Sei in Homepage
Nuove norme sui congedi
In arrivo nuove norme sui congedi di maternità e paternità: per arrivare ad un’effettiva parità di genere sia in ambito lavorativo, che familiare. Il Consiglio dei Ministri approva due decreti legislativi, che portano a degli importanti cambiamenti alle regole riguardanti il congedo parentale. Tali decisioni arrivano recependo le direttive europee per conciliare sempre di più l’equilibrio della vita lavorativa e familiare, per tutti i lavoratori che abbiano compiti di cura in qualità di genitori e/o caregiver.  Lo scopo è proprio quello di arrivare ad una più equa suddivisione delle responsabilità tra uomini e donne, promuovendo così una più giusta condivisione delle responsabilità, nell’ottica di arrivare ad un’effettiva parità di genere sia in ambito lavorativo che familiare. Congedo per i neo-papà:  •    Il provvedimento rende strutturale la nuova tipologia di congedo di paternità, obbligatorio e della durata di 10 giorni lavorativi, fruibile dal padre lavoratore nell'arco temporale che va dai 2 mesi precedenti ai 5 successivi al parto Congedo parentale: •    passa da 10 a 11 mesi , la durata complessiva del diritto al congedo parentale spettante al genitore solo, nell’ottica di una maggior tutela per i nuclei familiari monoparentali; •    passa da 6 a 9 mesi in totale, i mesi di congedo parentale coperto da indennità nella misura del 30%, fermi restando i limiti massimi di congedo fruibili dai genitori; •    sale da 6 a 12 anni l’età del bambino entro la quale i genitori, anche adottivi e affidatari, possono fruire del congedo parentale facoltativo.  I decreti legislativi introducono inoltre altre tutele in materia in favore delle lavoratrici autonome e delle libere professioniste, ed anche per le lavoratrici/lavoratori con figli fino a 12 anni di età o senza alcun limite di età nel caso di figli in condizioni di disabilità.    Per tutte le informazioni: Portale INPS Dipartimento per le politiche della famiglia  
Archivio News
1
|
|
|
|