Sei in Homepage
Sostegno Economico alle Famiglie
L’Assegno Unico e Universale AUU (introdotto dal decreto legislativo n. 230 del 21 dicembre 2021, a decorrere dal 1° marzo 2022)  è una prestazione erogata mensilmente dall’INPS a tutti i nuclei familiari per ogni figlio minorenne a carico e, in presenza di determinati requisiti, per ciascun figlio maggiorenne a carico fino al compimento dei 21 anni. Inoltre, è riconosciuto anche per ogni figlio a carico con disabilità, senza limiti di età. Da gennaio 2024, l'importo dell'Assegno Unico aumenta per via della rivalutazione Istat del 5,4%, questa prestazione, infatti come altre, è legata all'andamento dell'inflazione.  L'assegno unico e universale può essere richiesto direttamente sul sito ufficiale dell'Inps, ma solo nel caso in cui si tratti della prima richiesta. Altrimenti, per riceverlo nel 2024 non serve domanda, fatto salvo l’onere per gli utenti di comunicare le eventuali variazioni da inserire nel modello di domanda (es. nascita di un nuovo figlio). E' però fondamentale presentare il nuovo ISEE; in sua assenza, saranno corrisposti gli importi minimi previsti dalla normativa. Assieme al rialzo dell’AUU viene rafforzato anche il Bonus asili nido ed è stato creato un Bonus mamme, che consiste nell’esonero della contribuzione previdenziale, destinato alle lavoratrici che hanno almeno tre figli a carico. Nel 2024, in via sperimentale, è attribuito anche in presenza di due figli. Altra novità della legge di bilancio 2024 è un ulteriore mese di congedo parentale con maggiorazione dell’indennità: per quest’anno, infatti, i genitori potranno beneficiare di due mesi di congedo parentale retribuiti all’80 per cento. Per tutte le informazioni: Portale INPS Dipartimento per le politiche della famiglia    
Archivio News
1
|
|
|
|